Cerca
  • Francesca

Book Haul - Settembre 2019 - Bday Edition

Ebbene si, come da titolo, avete inteso bene: questo è il book haul del mio compleanno. Questo anno, stanca di sentirmi dire la solita frase "hai già tanti libri, ti ho preso un utilissimo pelacarote", ho espressamente chiesto libri. E questo è stato il risultato. Ovviamente non avrei potuto essere più felice, però ora mettetevi comodi perché la puntata sarà lunga!



Partiamo da Le figlie del guardiano del faro di Jean Pendziwol edito Rizzoli, recentissima uscita, che bramavo con tutte le mie forze. L'avevo già adocchiato un annetto fa in lingua quando ero a Glasgow, ma per motivi logistici non l'avevo preso. Quando però ho scoperto che sarebbe stato pubblicato in Italia ho promesso che sarebbe stato mio in un modo o nell'altro. La copertina è di dubbio gusto (quella originale come al solito era centomila volte meglio) ma la storia è una di quelle che semplicemente non puoi lasciare perdere: due sorelle, un segreto, un faro. Aggiungo altro?


Settembre è stato il mese del ritorno in libreria del Re e quindi anche in questo caso senza tanti giri di parole è entrato pure lui direttamente nella mia libreria. Non ho letto la trama, non so di cosa parla ma credo di aver colto qualche accenno a It e ai Perdenti e già questo può bastare per me.


Sempre di King ho aggiunto alla mia lista dei romanzi da leggere Notte buia, niente stelle. Non sono prettamente tipa da racconti, tuttavia per King mi sforzo quasi sempre di leggerli perché in alcuni casi si trovano delle vere chicche. Dita incrociate dunque!


Il sentiero dei bambini dimenticati di Elly Griffiths è stato un vero colpo di fulmine. Non sapevo nemmeno dell'esistenza di questo libro, ne tanto meno di tutta la serie di romanzi che ne fanno seguito, ma quando ho letto la trama qualcosa nella mia testolina mi ha consigliato di portarlo a casa con me...e io ascolto sempre le sensazioni! Se qualcuno lo ha letto mi faccia sapere cosa ne pensa perché sono veramente molto curiosa a riguardo.


La moglie olandese di Keith Ellen edito Newton, l'avevo in wl fin dalla sua uscita. Come sapete anche se i thriller rimangono il mio amore, i romanzi storici ambientati durante la seconda guerra mondiale, occupano decisamente il secondo posto. Spero solo che questo romanzo non abbia una componente romance troppo preponderante, ma le recensioni sono buoni quindi mi aspetto un buon equilibrio tra le due parti.


Il rituale del male di Grangè aspettava il suo turno fin dalla sua uscita in libreria quasi un anno fa. E niente alla fine ho ceduto! Di Grangè ho letto solo La linea nera un paio di estati fa e ricordo che non mi aveva fatto impazzire, tuttavia ho sentito parlare molto bene di questo libro (e del suo seguito) e poi secondo me una seconda opinione non si nega a nessuno, quindi eccomi pronta a ritentare la sorte con questo grande thrillerista francese, sperando che questa volta scocchi la scintilla!


L'ultima volta che ti ho vista di Alfair Burke è venuto a casa con me direttamente dal mercatino. Devo ammettere che con questa autrice io ho un problema: dovrei decisamente smettere di comprare i suoi romanzi senza prima averne letto almeno uno. Tuttavia il prezzo era così appetibile che non ho potuto fare altrimenti. Anche in questo caso se qualcuno ha letto il libro mi faccia sapere cosa ne pensa.


Sunburn di Laura Lippman era un altro di quei titoli che volevo leggere da una vita. A voler essere precisi è l'autrice che vorrei leggere da sempre perché ho l'impressione che sia esattamente nelle mie corde. Avrei preso un suo romanzo qualunque per iniziare, ma in libreria avevano solo Sunburn che è la sua ultima pubblicazione (tradotta) e quindi è venuto a casa con me. Super super curiosa di leggerlo!!


L'ultima notte di Aurora di Barbara Baraldi non credo abbia bisogno di spiegazioni. Ho atteso tantissimo la sua uscita perché mi piacerebbe leggere il secondo e il terzo capitolo della serie uno in fila all'altro. Inoltre in questi mesi l'autrice è in giro per l'Italia a presentare la sua ultima creazione e spero tantissimo di riuscirla a incontrare a Torino. L'ultima notte di Aurora è il terzo e ultimo capito della serie dedicata ad Aurara Scalviati. Il primo volume, Aurora nel buio, mi era piaciuto moltissimo e spero veramente di bissare i seguiti.


Il buio non fa rumore di Cadice Fox è anche in questo caso il primo romanzo di una trilogia ambientata in Australia. L'autrice è popolarissima nei paesi anglofoni e sono davvero molto contenta che la Piemme l'abbia portata anche qui in Italia. Pare che ne verrà tratta una serie televisiva da questi romanzi, dunque un motivo in più per prenderlo e leggerlo!


Dieci brutali delitti di Michelle McNamara è un saggio che ripercorrere "gesta" di quello che è stato definito come il Golden State Killer, un serial killer americano che ha avuto al suo attivo più di dieci omicidi di ragazze. Il libro è uscito poco prima che il killer fosse effettivamente catturato dopo anni di latitanza. Vista la mia passione per la criminologia non potevo proprio non prenderlo.


Infine in vista dell'uscita del film al cinema ho preso Doctor Sleep. Questo mese ho letto Shining e dunque prima che sparassero fuori una versione a prezzo maggiorato con la locandina del film mi sono portata a casa l'edizione della Pickwick che matcha felicemente con il resto della mia collezione.


E questo è tutto lettori. Se siete arrivati fino alla fine di questo lunghissimo post, complimenti! Fatemi sapere cosa ne pensate delle mie nuove entrate in libreria e sopratutto quali sono state le vostre.



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti